Caricamento in corso... Si prega di attendere.
Look & Wellness: Centro tricologico e cura dei capelli

Alopecia femminile: l'alopecia temporanea

Alopecia femminile: l'alopecia temporanea

Quando la caduta di capelli è reversibile si parla di alopecia femminile temporanea.

Diversamente dall'alopecia femminile cicatriziale, in cui la perdita di capelli è irreversibile, in questa forma di alopecia i capelli ricrescono, in quanto la caduta dei capelli è provocata da anomalie che, una volta rimosse, non formano ostacoli alla normale ricrescita dei capelli.

Le forme di alopecia femminile temporanea

Come nel caso dell'alopecia femminile cicatriziale, anche in questo caso esistono diverse tipologie di alopecia femminile temporanea. Vediamole nel dettaglio.

Alopecia femminile da stress

L'alopecia femminile da stress può essere vista come una reazione psicosomatica alle tensioni nervose provocate da stress e shock psicologici.

L’alopecia da stress si presenta sottoforma di disturbi che coinvolgono la micro-circolazione sanguigna, seborrea, dermatite seborroica e psoriasi. Queste anomalie della cute contribuiscono a determinare la perdita dei capelli.

Effluvium telogen

Si tratta di una forma di alopecia femminile temporanea, che, in media, si protrae per circa due mesi. L’abbondante perdita di capelli caratteristica di questa forma di alopecia è determinata da avvenimenti fisicamente o emotivamente significativi, verificatisi 3 o 4 mesi prima, come ad esempio il parto, l'ingestione di farmaci in dosi elevate, interventi di tipo chirurgico, l'anestesia, gli stati febbrili acuti, gli stati depressivi, la sospensione di contraccettivi.

L’effluvium telogen è una patologia piuttosto diffusa e comune tra le donne, ma può verificarsi anche fra gli uomini.

Alopecia areata

L’alopecia femminile areata è molto frequente e si manifesta con aree del cuoio capelluto del tutto prive di capelli, circondate al contrario da aree densamente popolate da peli.

Nei punti in cui si perdono i capelli, la cute si presenta liscia e morbida. I fattori scatenanti ell’alopecia areata sono molteplici e non ancora giustificati in modo definitivo dalla scienza: si pensa che l'alopecia femminile areata possa derivare da cambiamenti nervosi, squilibri ormonali, infezioni locali, ereditarietà genetica. Agendo sul cuoio capelluto con trattamenti stimolanti e iperemizzanti, che richiamano sangue, di norma, dopo qualche tempo, i capelli tornano a crescere di colore bianchiccio dapprima, per poi riprendere gradualmente il loro colore naturale.

Alopecia femminile decalvante

Questa forma di alopecia areata è detta anche alopecia totale o calvizie femminile e interessa tutto il cuoio capelluto lasciando la donna o la ragazza che sono affette completamente calve.

Alopecia femminile da disordini circolatori

Quando la cute si indurisce, gli ammassi di scorie e di lipidi da rimuovere schiacciano i capillari e riducono, fino a occluderlo, l’afflusso del sangue ai follicoli piliferi. La mancanza e la povertà di nutrimento e di ossigenazione provoca la crescita di capelli deboli, spenti e scoloriti: i capelli generalmente più a rischio alopecia.

Alopecia femminile da disordini nervosi

In presenza di questa tipologia di alopecia, la vasocostrizione è provocata da un disturbo del sistema nervoso simpatico che assume il controllo sul sistema nervoso vago, compromettendo il normale e giusto nutrimento dei capelli e innescando i meccanismi fisiologici che provocano l’alopecia femminile.

Alopecia femminile da scompensi vitaminici

Di norma nel processo di crescita dei capelli sono coinvolti vari complessi vitaminici: A, B/5, D, E, PAB, e, soprattutto, le vitamine del gruppo B. In qualche caso la carenza o l’eccesso di qualcuna di queste vitamine mina il benessere dei capelli e provoca alopecia femminile.

Alopecia femminile da disfunzioni endocrine

Le ghiandole a secrezione interna, come la tiroide, l'ipofisi, le ghiandole surrenali e le ghiandole sessuali, per via di disfunzioni ormonali, possono indurre e causare alopecia. Tuttavia, una volta curata la disfunzione anomala del sistema endocrino, i capelli tornano a crescere normalmente.

Alopecia da stati infettivi e da malattie gravi

Questa forma di alopecia femminile è generata da malattie infettive come il tifo, la sifilide, la scarlattina, la setticemia, la polmonite. Dopo che l’organismo è tornato in equilibrio e salute, in genere i capelli tornano a crescere come prima. Questo tipo di alopecia femminile può manifestarsi anche durante il decorso di malattie gravi e debilitanti quali leucemia, anemia e diabete, ma di norma, a parte rare eccezioni, la caduta di capelli è reversibile.

Alopecia femminile da ipervitaminosi "A"

Un’eccessiva somministrazione di vitamina A può indurre l'alopecia femminile. Una volta rimossa la causa dell'anomalia, i capelli torneranno a crescere.

Alopecia da intossicazione

Questa forma di alopecia è tipica delle persone che sono vittima di intossicazioni alimentari o da farmaci. Coinvolge anche le persone che aspirano per inalazioni composti chimici tossici senza un'adeguata protezione. Eliminando con tempestività i fattori che innescano la caduta di capelli, l’alopecia femminile lentamente regredisce.

Cerchi un rimedio non invasivo e non chirurgico all'alopecia femminile temporanea?

Se soffri anche tu di una forma di alopecia femminile reversibile e stai cercando un rimedio non chirurgico ed invasivo alla perdita di capelli, per tutto il tempo che essa si presenterà, esiste una soluzione medica molto efficace alla patologia, brevettata e studiata per risolvere le problematiche connesse a questa forma temporanea di caduta capelli.

Si chiama 3T IONIX ed è un dispositivo medico brevettato fondato su un'evoluta e garantita tecnica di rinfoltimento dei capelli.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questa protesi per infoltimento non chirurgico e vuoi testarlo sul tuo cuoio capelluto, prenota ora una consulenza gratuita presso il centro tricologico Look & Wellness di Forlì-Cesena.